Utilizziamo i cookie (anche di terze parti) per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia d'accordo. Maggiori informazioni OK, chiudi

Proposte di escursioni

Scialpinismo - Croda Piatta Alta [2.904 m]

Escursione molto lunga, ma estremamente appagante, senza grandi difficoltá e pericoli.
Salita: da 5 ore e mezza a 6 ore
Dislivello: 1600m
Periodo migliore: Marzo, oppure tutto l’inverno fino a metá maggio. Pericolo di valanghe quasi nullo, discesa bellissima, soprattutto in caso di neve granulosa.
Descrizione del percorso: Da San Candido 3 km in direzione di Sesto e nella Val Campo di Dentro, in un’ora e mezza fino al rifugio Dreischusterhütte ed alla testata della valle. Nel grande anfiteatro si sale gradualmente verso destra, si raggiunge una radura e si vede giá l’ampia valle che conduce alla Forcella del Lago. In direzione Nord si prosegue su terreno piú ripido verso quest’ultima, poi sull’altipiano ed oltre, fino al punto piú elevato, la Croda Piatta Alta (la breve attraversata verso la poco piú elevata Croda dei Baranci é, senza corda, troppo pericolosa). La discesa si effettua sulla stessa via.

Escursione con racchette da neve - Oberhüttenalm [1.895 m]

Escursione breve ma estremamente bella, senza grandi difficoltá o pericoli.
Tempo complessivo: da 2 ore a 2 ore e mezza
Dislivello: 395m
Periodo migliore: tutto l’inverno fino a metá maggio. Rischio di valanghe quasi nullo.
Descrizione del percorso: Da San Candido 3 km in direzione di Sesto e nella Val Campo di Dentro, in un’ora e mezza fino al rifugio Dreischusterhütte. Si attraversa il prato pianeggiante in direzione dell’interno della valle fino al pendio che sta di fronte e si segue il sentiero quasi completamente visibile sul margine del bosco fino alla biforcazione presso una lapide commemorativa (1693 m). Verso Sud-Ovest il sentiero conduce, attraverso un bosco d’alto fusto, ai pascoli della Oberhüttealm. Qui, ai piedi della Croda dei Rondoi, si apre una vista mozzafiato sull’aspro massiccio dei Tre Scarperi e sul fantastico paesaggio invernale innevato della Val Campo di Dentro. Per il ritorno percorriamo la stessa strada e giá ci rallegriamo per un fumante vin brulé al rifugio Dreischusterhütte.

Rocca dei Baranci [2.966 m]

La Rocca dei Baranci é la vetta principale della cresta del Gruppo dei Baranci, nel settore nord delle Dolomiti di Sesto.
Tempo di ascensione: circa 4 ore
Dislivello: 1340m
Impegno fisico: sono richieste esperienza in montagna e passo sicuro - Grado di difficoltá I
Descrizione del percorso: Verso nord, non lontano dal rifugio Dreischusterhütte, svoltando a destra dalla strada, oltrepassando una passerella sul letto del torrente e si raggiunge un ampio cono di deiezione.
Nel bosco di mugo a sinistra, su sentieri non ben riconoscibili e non segnalati, si sale su una pietraia fino alla parete rocciosa coperta di pino mugo a destra del fossato. Su questa, su tracce di sentiero, superando la salita fino alla Karkassel nella Kohlenbrenntal (2200 m - 1 ora e mezza circa).
Si prosegue salendo lungo la gola su una dura e ripida pietraia, poi si svolta a destra fino ad un canale detritico ben riconoscibile (2800 m). A destra del canale, sulla parete rocciosa, su tracciato camminabile si sale alla gola della vetta e, su un dispositivo di blocco, si acende alla croce sulla cima, visibile solo dal punto piú elevato (circa 2 ore e mezza).

Val Campo di Dentro - Giro del fondovalle

Bella escursione in circolo, non affollata e parzialmente in alta quota nella zona rocciosa tra la Val Campo di Dentro e la Valle della Rienza. Si gira intorno al poco conosciuto massiccio del Monte Mattina e della Torre dei Scarperi.
Tempo di percorrenza: circa 5 ore e mezza
Dislivello: 1020m
Impegno fisico: esperienza in montagna e passo sicuro - Itinerario all’interno di parco naturale
Descrizione del percorso: Dal rifugio Dreischusterhütte si attraversa il prato pianeggiante in direzione dell’interno della valle fino al pendio di fronte. Si segue il sentiero ai margini del bosco fino alla biforcazione presso una lapide commemorativa. Il sentiero che sale verso Sud-Ovest (sentiero n. 9) porta ai Weideböden nella zona della Oberhüttenalm. Al bivio presso il grande blocco roccioso si segue il sentiero a sinistra (n. 10/11), in direzione Sud-Ovest sul lato Nord dell’erto pendio detritico fino al Passo Grande dei Rondoi (2289 m). Il sentiero n. 11 conduce su pendio detritico, verso sinistra, alle rocce. La ripida parete viene superata verso destra, attraverso una gola, su rocce ben scalinate. Il sentiero porta poi, salendo verso Est sul pendio detritico a Sud della Schwabenalpe, con una vista particolarmente bella sulle Tre Cime di Lavaredo, alla sella ad Est della Torre dei Scarperi (2519 m). Si scende sul sentiero sul lato Nord in una conca prativa e si sale leggermente a sinistra su una altura rocciosa, per ridiscendere da lí verso Nord sul terreno detritico della Morgenalm. Il sentiero porta alla profonda fenditura del Rio di San Candido e attraverso questo, parzialmente su gradini in legno, fino al fondovalle. Attraversando il vasto ghiaione (segnalato da picchetti) si raggiunge la biforcazione presso al lapide commemorativa, giá incontrata all’andata, e poi, in direzione dell’esterno della valle, il rifugio Dreischusterhütte.

Palestra di roccia Val Campo di Dentro

Come arrivare: San Candido - Sesto - Val Campo di Dentro fino alla sbarra del parcheggio
Accesso: al rifugio Dreischusterhütte e da lì sul fianco destro orografico della valle ancora 10 minuti finché si arriva sotto alla parete che si staglia da fondovalle. In totale 25 minuti di camminata dal parcheggio (piacevole in mountain bike)
Esposizione: W - il sole arriva attorno a mezzogiorno o nel primo pomeriggio. Dopo le piogge la parete si asciuga relativamente in fretta.
Particolarità: ideale per famiglie e principianti
Attrezzatura: le guide alpine ella GLOBO ALPIN hanno disposto adeguatamente degli spit. Il materiale è stato messo a disposizione dal soccorso alpino/Alpenverein di San Candido.

In MTB da San Candido al rifugio Dreischusterhütte

L'itinerario standard da San Candido nella Val di Campo fino al rifugio Dreischusterhütte è in generale poco impegnativo, raggiungendo però anche un grado di difficoltà media in alcuni punti.
Partenza: San Candido
Durata escursione: circa 1,5 ore
Dislivello: 350 m
Descrizione: si parte da San Candido (1174 m) sulla ciclabile in direzione Sesto fino alla diramazione bagni di San Candido/Heilquellen Wildbad. Si segue l'indicazione rifugio Dreischusterhütte e si entra in Val Campo di Dentro. Percorrendo la strada asfaltata leggermente in salita si arriva ad un parcheggio a 1.486 metri. Superare la sbarra e proseguire sul sentiero nel bosco fino al rifugio Dreischusterhütte (1.626 m). Sulla terrazza al sole del rifugio Dreischusterhütte si può fare una pausa per rimettersi in forze e fare il pieno di energia per il ritorno. Inoltre se vi trovate bene, come membro del Club Alpino Sudtirolese il rifugio Dreischusterhütte offre anche la possibilità di pernottare a prezzi molto vantaggiosi.

Dalla Val Campo di Dentro al rifugio Dreischusterhütte

Camminata facile, ma estremamente bella dal parcheggio "Gweng" all'interno del meraviglioso Parco naturale Tre Cime.
Partenza: parcheggio "Gweng" all'ingresso della Val Campo di Dentro
Durata escursione: circa 2 ore
Dislivello: 300 m
Descrizione: da San Candido 3 km in direzione Sesto e verso la Val Campo di Dentro, per arrivare in 1,5 ore al rifugio Dreischusterhütte. Si attraversano il prato pianeggiante in direzione della valle per arrivare al pendio di fronte e si segue la salita a margine del bosco fino a una diramazione presso una targa commemorativa (1.693 m). A sudovest una salita porta nel bosco di alberi ad alto fusto fino ai pascoli della Oberhüttealm. Qui, ai piedi della Croda dei Rondoi, si apre una vista mozzafiato sull'aspro massiccio dei Tre Scarperi e sul fantastico paesaggio innevato della Val Campo di Dentro. Per il ritorno si prende lo stesso sentiero dopo aver gustato un caldo vin brulé al rifugio Dreischusterhütte.

Proposte di escursioni

Dolomiti di Sesto
Le Dolomiti di Sesto sono patrimonio naturale dell’UNESCO. Godetevi la natura unica!
alle proposte

Galleria

Immagini che dicono più
di mille parole ...

Troverete qui alcune immagini selezionate.
alla galleria

Libro ospiti

Questo dicono i nostri ospiti...
Siamo lieti di ricevere commenti divertenti, positivi, ma anche critiche ...
ai commenti

Bollettino Meteo

Sempre informati!
Per tutti coloro che progettano una gita in montagna. Ecco le previsioni meteo per l'Alto Adige.
alle previsioni